Recensione del Romanzo: Lux – Oltre il varco di Alexandra Rose e Livia Crowne

Buongiorno lettori,
oggi porto alla vostra attenzione la recensione di un romanzo romance dai tratti distopici e sci-fi. Naturalmente sto parlando di Lux – oltre il varco di Alexandra Rose e Livia Crowne, un romanzo veramente molto bello che ho amato alla follia.

Titolo: Lux – oltre il varco;
Autore: Alexandra Rose, Livia Crowne;
Casa editrice: Selfpublishing;
Genere: Romance, distopico, sci-fi;
 Data di uscita: 14 ottobre 2020;
 Formato: ebook e cartaceo;
Prezzo ebook: 2,99 euro;
 Prezzo cartaceo: 15 euro;
 Link di acquisto: https://amzn.to/3dCWQOl
Parigi, 2026. Il mondo è cambiato. Il Lux23, un nuovo elemento chimico, ha arricchito la tavola periodica. Il governo francese sostiene che il Lux23 sia il moderno petrolio, con il vantaggio di essere sicuro e poco inquinante. Ma è davvero così? Urielle, specializzanda in oncologia in un ospedale parigino, non ci crede. Cinque anni prima la sua esistenza è stata stravolta e ha tutta l’intenzione di dimostrare la pericolosità del Lux. 
Finché, in una giornata come tante, apre una porta. Il vuoto la sommerge e nulla sarà più come prima.
Mosca, 2336. In seguito alla Terza Guerra Mondiale per il possesso del Lux, il mondo è profondamente mutato in un nuovo assetto geo-politico. La Terra è spaccata da due dittature: la Nuova Unione Socialista e l’Unione Capitalista. Sergej è una biomacchina di morte della Nuova Unione Socialista. La sua vita ruota attorno al partito e al patrigno, Arkadij Bachvalov, governatore moscovita. Uno dei suoi scopi principali è quello di arrestare gli appartenenti a un’organizzazione terroristica che mira a utilizzare varchi spazio-temporali per tornare indietro nel tempo e impedire la scoperta del Lux. Inaspettatamente, i destini di Urielle e Sergej si scontrano e si intrecciano, in una fuga da se stessi e dalle paure più profonde che albergano nei loro animi.  

La lettura di questo libro per me è stata veramente molto bella e interessante. Se mi seguite sapete bene quanto io ami il genere distopico e io sono completamente innamorata di Lux-Oltre il varco, e ringrazio le autrici per avermi concesso l’onore di leggere il loro gioiello letterario.
Dalla trama apprendiamo che la nostra protagoista, Urielle, vive nel 2026 a Parigi. Qui vediamo subito come il mondo sia cambiato e come il Lux23 sia diventato un nuovo elemento chimico, arricchendo così la tavola periodica. Il governo francese sostenendo questo elemento come il moderno petrolio, più sicuro e poco inquinante, cerca di convincere tutti di questo potenziale. Urielle, specializzanda in oncologia in un ospedale parigino, non ci crede e sa che non è così. Cinque anni prima la sua esistenza è stata stravolta e ha tutta l’intenzione di dimostrare la pericolosità del Lux.  Un giorno come tante altre apre una porta e la sua vita non sarà più come prima.
Si ritroverà a Mosca, nel futuro esattamente nel 2336. In seguito alla terza guerra mondiale per il possesso del Lux, il mondo ha mutato in un nuovo assetto geo-politico. La Terra è spaccata da due dittature: la Nuvova Unione Socialista e l’Unione Capitalistica. Urielle si ritroverà qui e incontrerà Sergjei, un ragazzo che non è altro che una biomacchina di morte della Nuova Unione Socialista. Uno dei suoi scopi principali è quello di arrestare gli appartenenti a un’organizzazione terroristica che mira a utilizzare varchi spazio-temporali per tornare indietro nel tempo e impedire la scoperta del Lux. Sarà a causa di questo che i destini di Urielle e Sergej si scontrano e si intrecciano.
Amo leggere i distopici, ormai lo sapete bene, ma soprattutto amo ancora di più i libri che contengono del romanticismo. La storia d’amore è ben calibrata e non occupa tutto quanto l’arco della storia, ma una piccola parte che ha reso comunque tutto ciò molto interessante.
Leggermente lento all’inizio, dovuto al fatto per le tante spiegazioni utili per capire dove ci troviamo e come funzionano questi due mondi, sono entrata subito in sintonia con i personaggi protagonisti del romanzo. Infatti, i capitoli sono alternati e abbiamo una chiara visione di tutto. Senza contare i numerosi flashback che compongono la storia.
Si alterna tra passato e presente. Ciò mi ha affascinato tantissimo, senza contare il fatto che grazie a tutto ciò sappiamo perfettamente ogni cosa. Seguiamo l’umore di entrambi i personaggi, entriamo dentro la loro testa e li capiamo. Sono personaggi che hanno sofferto molto e nonostante tutto lottano, quindi sono molto forti. Ha tanti messaggi importanti questo libro e credo sia vitale dare almeno una possibilità di lettura. Non è il classico distopico e se amate Hunger Games, sono certa che questo potrebbe piacervi molto. A me ha fatto impazzire da quanto lo amo.
Urielle è una protagonista forte che seppur sembra fragile nasconde in sè tanto coraggio. Ha sofferto ma non ha mai smesso di lottare, proprio come Sergej.
Inutile dire che ho tifato per loro dall’inizio alla fine e ogni loro scena mi ha fatto battere il cuore. Avevo previsto delle cose ma non avrei mai immaginato il finale, infatti ho adorato anche quello.
Per concludere la lettura è scorrevole, interessante, adrenalinica e anche dolce, un bel mondo distopico con una dittatura ben descritta è tutto ciò che rende questo libro interessante. Insomma non posso dirvi altro se non quello di consigliarvi di leggere questo libro!

  • Tempo impiegato: Un giorno 
  • Voto: 10/10
  • Lettura: Scorrevole
  • Copertina: 10/10.  Bellissima copertina che rispecchia molto il libro e la rende ancora più affascinante. Amo tutti i dettagli messi in risalto dalla copertina bianca e i dettagli dei protagonisti.
  • Ambiente: 10/10. Le descrizioni riguardo all’ambiente sono talmente tante che che è impossibile non conoscere alla perfezione dove ci troviamo e che cosa accade intorno a noi. Impressionante è lo stile di Alexandra Rose e Livia Crowne  descrivono ogni cosa e la rende reale. Oltre questo tutti i pensieri sono spiegati alla perfezione e non lasciano spazio a dubbi o incertezze, perché ogni cosa è spiegata nei minimi dettagli. 
  • Personaggi: 10/10. I personaggi sono tutti ben caratterizzati e abbiamo subito idea del loro carattere e dei loro pensieri! Urielle e Sergej con la loro storia mi hanno fatta sognare!
  • Storia: 10/10. Una storia unica narrata in  un modo geniale che  non potrete far a meno di amare. Lux – Oltre il varco è un libro distopico che è dannatamente bello, tanto che se amate i viaggi nel tempo, il romanticismo e i distopici non potete far a meno di leggerlo.
Buona Lettura!

 

Review Party: La guerra dei papaveri di R.G. Kuang

Buonasera lettori,
oggi porto alla vostra attenzione la recensione de” La guerra dei papaveri” di R.F. Kuang , un libro veramente molto interessante e sono felice di aver avuto occasione di leggere questo splendido volume. Ringrazio Miriam Giorgi del blog Me and books per aver organizzato l’evento e la Mondadori per aver fornito la copia.

Titolo: La guerra dei Papaveri
Autore: R.F. Kuang
Editore: Mondadori


Orfana, cresciuta in una remota provincia, la giovane Rin ha superato senza battere ciglio il difficile esame per entrare nella più selettiva accademia militare dell’Impero. Per lei significa essere finalmente libera dalla condizione di schiavitù in cui è cresciuta. Ma la aspetta un difficile cammino: dovrà superare le ostilità e i pregiudizi. Ci riuscirà risvegliando il potere dell’antico sciamanesimo, aiutata dai papaveri oppiacei, fino a scoprire di avere un dono potente. Deve solo imparare a usarlo per il giusto scopo…
Rin ha passato a pieni voti il kējǔ, il difficile esame con cui in tutto l’Impero vengono selezionati i giovani più talentuosi che accadranno a studiare all’Accademia. Ed è stata una sorpresa per tutti: per i censori, increduli che un’orfana di guerra della provincia di Jī potesse superarlo senza imbrogliare; per i genitori affidatari di Rin, che pensavano di poterla finalmente dare in sposa e finanziare così la loro impresa criminale; e per la stessa Rin, finalmente libera da una vita di schiavitù e disperazione. Il fatto che sia entrata alla Sinegard – la scuola militare più esclusiva del Nikan – è stato ancora più sorprendente. Ma le sorprese non sono sempre buone. Perché essere una contadina del Sud dalla pelle scura non è una cosa facile alla Sinegard. Presa subito di mira dai compagni, tutti provenienti dalle famiglie più in vista del Paese, Rin scopre di avere un dono letale: l’antica e semileggendaria arte sciamanica. Man mano che indaga le proprie facoltà, grazie a un insegnante apparentemente folle e all’uso dei papaveri da oppio, Rin si rende conto che le divinità credute defunte da tempo sono invece più vive che mai, e che imparare a dominare il suo potere può significare molto più che non sopravvivere a scuola: è forse l’unico modo per salvare la sua gente, minacciata dalla Federazione di Mugen, che la sta spingendo verso il baratro di una Terza guerra dei papaveri. Il prezzo da pagare, però, potrebbe essere davvero troppo alto.
La lettura di questo romanzo è stata davvero interessante, tanto che non credevo fosse possibile. So bene che ciò che sto per dire sembra assurdo ma a me è parso che questo libro sia ispirato alla storia di Mulan, forse  dovuto al fatto che ho visto il nuovo film esattamente da poco e sono entrata in fissa con la sua storia. 
Dalla trama si apprende che Rin ha passato un difficile esame, il kējǔ, con cui l’Impero seleziona i giovani che potranno andare a studiare all’Accademia. Aver superato l’esame reca una sopresa a tutti, fra cui ai censori increduli del fatto che un orfana di guerra della provincia di Jī potesse superarlo senza imbrogliare; ai genitori adottivi di Rin che pensavano finalmente di darla in sposa a un ricco uomo per finanziare la loro impresa criminale di oppio, ma la sopresa più grande è quella di Rin che finalmente è libera da una vita di schiavitù e disperazione. Entrare alla Sinegard. la scuola militare esclusiva del Nikan è stato sorprendente soprattutto per lei. Tutto ciò non significa che sia facile specialmente per una contadina del Sud dalla pelle scura, dato che viene presa di mira subito dai suoi compagni provenienti da famiglie potenti del paese. Rin però è speciale ha un dono letale: l’antica e semileggendaria arte sciamanica.
Più continua a imparare grazie al suo insegnate, Rin si rende conto che le divinità credute defunte sono più vive che mai e che imparare a dominare il suo potere può significare molto più di quel che pensava. L’unico modo per salvare la sua gente dalla minaccia della Fondazione di Mugen pronta a spingere il loro impero verso il baratro di una terza guerra dei papaveri. 
Prima di leggere questo libro mi sono documentata è ho scoperto che l’autrice si è ispirata alla guerra avvenuta tra la Cina e il Giappone dal 7 luglio 1937 al 2 settembre 1945; e alla dinastia Son.  Vi lascio questi riferimenti così se siete curiosi potete approfondire.
Dunque, nonostante io abbia notato diversi riferimenti a Mulan, come la ragazza che non vuole sposarsi e trovare la sua vera identità. Io vedo Rin veramente tanto ispirata a questo personaggio e l’ho trovata per tutta la storia una protagonista davvero coraggiosa, interessante e forte. Ha superato momenti difficili e nella prima parte del romanzo seguiremo tutto il suo addestramento.
Insieme a lei ci sono molti personaggi secondari che incontrerete e troverete amabili, quanto lei. In questo libro comunque verranno toccati tanti temi importanti che non vi svelerò però non posso dirvi quanto è stato affascinante conoscere l’arte sciamanica. Credo infatti che la prima parte del romanzo ambientata nella scuola militare sia una parte a favore del libro, infatti l’ho apprezzata tantissimo.
La parte della guerra secondo me è stata perfetta anche se l’autrice forse si è concentrata un po’ troppo su dettagli troppo approffonditi, anche se ammetto che dopo aver letto le parti di medicina legale di Kerri Maniscalco, questi dettagli non mi hanno fatto tanto inquietudine.
Ci sarebbe molto da dire, credo che non so bene dirvi quale parte mi sia piaciuta, ma sicuramente è un libro che va letto senza esitazioni. Speravo che ci fosse un po’ di romanticismo, sapete bene che sono un inguaribile romantica, ma anche se è mancato … l’ho trovato molto bene dato che è compensato da emozioni forte e poi chissà se l’amicizia possa trasformarsi in qualcosa di più.  Inoltre il ruolo che hanno le divinità in questo libro e il potere di Rin rende questo libro una vera è propria droga.
Per concludere se volete leggere un fantasy molto bello, che sappia coinvolgervi talmente tanto da farvi innamorare La guerra dei papaveri è il libro che fa per voi. Tra sciamanesimo, poteri e guerra, senza contare gli altri temi importanti che fanno rifflettere, questo libro riuscirà ad entrare nel cuore di tutti.
A questo punto io spero che il secondo volume esca davvero presto!

  • Tempo impiegato: Due giorni 
  • Voto: 10/10
  • Lettura: Scorrevole
  • Copertina: 10/10.  Bellissima copertina che rispecchia molto il libro e la rende ancora più affascinante. Amo tutti i dettagli messi in risalto dalla copertina bianca e soprattutto le pagine arancioni sono troppo belle.
  • Ambiente: 10/10. Le descrizioni riguardo all’ambiente sono talmente tante che che è impossibile non conoscere alla perfezione dove ci troviamo e che cosa accade intorno a noi. Impressionante è lo stile con cui  R. F. Kuang descrive ogni cosa e la rende reale. Oltre questo tutti i pensieri sono spiegati alla perfezione e non lasciano spazio a dubbi o incertezze, perché ogni cosa è spiegata nei minimi dettagli. 
  • Personaggi: 10/10. I personaggi sono tutti ben caratterizzati e abbiamo subito idea del loro carattere e dei loro pensieri! Rin mi è piaciuta dall’inizio alla fine e la trovo una protagonista davvero forte ma soprattutto coraggiosa. 
  • Storia: 10/10. Una storia unica narrata in  un modo geniale che  non potrete far a meno di amare. La guerra dei papaveri, è una vera e propria droga, credo di non aver letto un libro così appassionante senza storia d’amore da molto tempo!
Ehi, non è finita qui!
Questo è il calendario dove troverai e potrai seguire le opinioni dei miei colleghi che hanno partecipato con me all’evento. Troverai tanti articoli interessanti per farti un idea chiara su come questo libro ci abbia stupiti. 
Che aspetti? Corri a leggerle! ❤

Buona lettura!

Segnalazione del Romanzo: Lux – oltre il varco di Alexandra Rose e Livia Crowne

Buongiorno lettori,
oggi porto alla vostra attenzione la segnalazione di un romanzo romance dai tratti distopici e sci-fi. Naturalmente sto parlando di Lux – oltre il varco di Alexandra Rose e Livia Crowne, un romanzo che sto leggendo e mi sta piacendo davvero tanto. Domani sarà una giornata bella carica di articoli e troverete la mia recensione alle ore 18.

Titolo: Lux – oltre il varco;
Autore: Alexandra Rose, Livia Crowne;
Casa editrice: Selfpublishing;
Genere: Romance, distopico, sci-fi;
 Data di uscita: 14 ottobre 2020;
 Formato: ebook e cartaceo;
Prezzo ebook: 2,99 euro;
 Prezzo cartaceo: 15 euro;
 Link di acquisto: https://amzn.to/3dCWQOl

Parigi, 2026. Il mondo è cambiato. Il Lux23, un nuovo elemento chimico, ha arricchito la tavola periodica. Il governo francese sostiene che il Lux23 sia il moderno petrolio, con il vantaggio di essere sicuro e poco inquinante. Ma è davvero così? Urielle, specializzanda in oncologia in un ospedale parigino, non ci crede. Cinque anni prima la sua esistenza è stata stravolta e ha tutta l’intenzione di dimostrare la pericolosità del Lux. 
Finché, in una giornata come tante, apre una porta. Il vuoto la sommerge e nulla sarà più come prima.
Mosca, 2336. In seguito alla Terza Guerra Mondiale per il possesso del Lux, il mondo è profondamente mutato in un nuovo assetto geo-politico. La Terra è spaccata da due dittature: la Nuova Unione Socialista e l’Unione Capitalista. Sergej è una biomacchina di morte della Nuova Unione Socialista. La sua vita ruota attorno al partito e al patrigno, Arkadij Bachvalov, governatore moscovita. Uno dei suoi scopi principali è quello di arrestare gli appartenenti a un’organizzazione terroristica che mira a utilizzare varchi spazio-temporali per tornare indietro nel tempo e impedire la scoperta del Lux. Inaspettatamente, i destini di Urielle e Sergej si scontrano e si intrecciano, in una fuga da se stessi e dalle paure più profonde che albergano nei loro animi.  

       

D’istinto, con lo stomaco attorcigliato, Urielle sollevò le braccia cinte dalle manette e allungò le dita verso di lui, verso la faccia dell’uomo che aveva amato e perso. Negli occhi del soldato baluginò una palese incredulità. Quando l’indice tremante di Urielle gli sfiorò la pelle ruvida, lui le afferrò il polso con uno scatto felino. Serrò le labbra in una linea sottile e la scrutò a fondo saccheggiandole l’anima. La ragazza si sentì schiacciare dal peso di quello sguardo. «Cosa stai facendo?» le domandò in un sussurro. Non c’era nessuna emozione in quella voce piatta.

·       

Es


 Il suo sguardo fisso su di lui bastò ad alleggerire il carico che gli gravava nel petto, la tempesta che aveva dentro si dissolse e tutta la rabbia sfumò subito dopo. Gli venne spontaneo asciugarle una lacrima solitaria imbrigliata tra le ciglia per restituirle la sua gratitudine. Nonostante avesse le mani coperte dai guanti, le sue dita sfiorarono le guance rosee di lei con delicatezza. Avrebbe tanto voluto ringraziarla, sfogarsi a parole, sciogliersi insieme a lei, ma riuscì soltanto a mantenere quel contatto visivo così insistente. Desiderò baciarla, per capire cosa si provasse a compiere un gesto del genere solo per il puro gusto di farlo.

Che ne pensate di questo libro? 
Lo leggerete?
Buona Lettura!

Review Party: Il giardino dei desideri di Azzurra D’Agostino

Buongiorno lettori,

oggi porto alla vostra attenzione la recensione di ” Il giardino dei desideri ” di Azzurra D’Agostino, un libro veramente molto interessante e sono felice di aver avuto occasione di leggere questo splendido volume. Ringrazio Chiara del blog Chiaramente Lettrice per aver organizzato l’evento e la Deagostini per aver fornito la copia.

Titolo: Il giardino dei desideri
Autore: Azzurra D’Agostino
Editore: DeAgostini
Autoconclusivo
Davide non avrebbe mai voluto trasferirsi in quel paesino piccolo e sperduto sull’Appennino emiliano. Lì non è come stare in città. Gli mancano i suoi amici, le comodità. Soprattutto gli manca sua madre che, a causa del lavoro, viene a trovarli meno di una volta al mese. Se non altro, alla Rocchetta, la misteriosa villa immersa nel verde in cui suo padre ha deciso di andare ad abitare, è impossibile annoiarsi. Dalla dependance in cui Davide alloggia, infatti, sente continuamente strani rumori. Vede strani bagliori. Il proprietario di casa invece non compare mai. Che sia un fantasma? Quando Davide accede alle proprietà private della villa per verificare, fa una straordinaria scoperta. Non ci sono fantasmi, no, ci sono piante. Piante incredibili, che né Davide né la sua nuova amica Margherita, appassionata di astronomia e scienze, hanno mai visto in nessun posto al mondo. Ma perché quando i due ragazzi si avvicinano alle piante, quelle rispondono con segnali luminosi? Perché quando in paese accade qualcosa di sorprendente, tutto sembra sempre riconducibile alla misteriosa serra della Rocchetta? Un’avventura incalzante, un caso da risolvere e un enigma la cui soluzione è scritta tra le stelle e i desideri delle persone.
La lettura di questo romanzo è stata piacevole, grazie alla sua scrittura semplice e scorrevole. Questo libro è sicuramente più adatto a un pubblico giovane, dato che è ambientato alle medie e soprattutto per la sua scrittura. In ogni caso l’avventura e la magia qui all’interno descritta è tanto interessante da coinvolgere anche un pubblico adulto che vuole tornare ad esser un po’ bambino.
Dalla trama iniziamo immediatamente a conoscere Davide, il nostro protagonista, che non avrebbe mai voluto trasferirsi sull’Appennino emiliano. Vivere in un paese è molto di diverso dalla città. Gli mancano i suoi amici e tutte le comodità, specialmente gli manca sua madre che a causa del lavoro va a trovarli meno di una volta al mese.
Nella misteriosa villa però è impossibile annoiarsi, ci sono strani rumori, diversi bagliori e il proprietario di casa non compare mai. Quasi si pensa possa essere un fantasma. Così Davide, insieme alla sua nuova amica Margherita, decidono di andare in esplorazione e scoprire che cosa succedere realmente. Non troverà fantasmi ma piante sperciali che rispondono a loro con segnali luminosi!
Ho amato davvero tanto questo libro specialmente quando si entra dentro l’avventura e si iniziano a risolvere gli enigmi, anche se la soluzione era abbastanza prevedibile, ho trovato tutto questo molto appassionte e dolce. Inoltre è un romanzo che veramente da speranza e rallegra i cuori di giovani o adulti!
 Tutto ciò che viene descritto nel romanzo è talmente dettagliato che è impossibile non conoscere alla perfezione dove ci troviamo e cosa accade intorno a noi. Lo stile con cui Azzurra D’Agostino descrive ogni cosa è impressionante. Tanto che ogni cosa sempre così reale da toccarla con le mani. Oltre questo tutti i pensieri sono spiegati alla perfezione e non lasciano spazio a dubbi o incertezze, perché ogni cosa è spiegata nei minimi dettagli. I personaggi che incontriamo sono tutti ben caratterizzati e abbiamo subito un idea dei loro caratteri e pensieri. Noteremo infatti quanto è grande la sofferenza di Davide per il fatto che sua madre sia poco presente, senza contare il fatto che si affronta anche il tema della separazione, un tema molto importante che in modo imprescindibile condiziona la vita di tutti. Il rapporto tra Margherita e Davide mi è piaciuto davvero così tanto, tanto da sperare che la loro amicizia si trasformi in amore. Hanno un ottima intesa e anche se il loro rapporto all’inizio non era dei più pacifici, li ho trovati davvero bene sviluppati.
Consiglio questo libro a chi vuole immergersi in un libro molto avventuroso, con diversi insegnamenti. Questo libro secondo me è anche adatto per esser letto a scuola, talmente è bello e rifflessivo.
  • Tempo impiegato: Un giorno 
  • Voto: 10/10
  • Lettura: Scorrevole
  • Copertina: 10/10.  Bellissima copertina che rispecchia molto il libro e la rende ancora più affascinante.
  • Ambiente: 10/10. Le descrizioni riguardo all’ambiente sono talmente tante che che è impossibile non conoscere alla perfezione dove ci troviamo e che cosa accade intorno a noi. Impressionante è lo stile con cui  Azzurra D’Agostibo descrive ogni cosa e la rende reale. Oltre questo tutti i pensieri sono spiegati alla perfezione e non lasciano spazio a dubbi o incertezze, perché ogni cosa è spiegata nei minimi dettagli. 
  • Personaggi: 10/10. I personaggi sono tutti ben caratterizzati e abbiamo subito idea del loro carattere e dei loro pensieri! Margherita e Davide sono due protagonisti così dolci che è impossibile non amarli.
  • Storia: 10/10. Una storia unica narrata in  un modo geniale che  non potrete far a meno di amare. Adatta sia ai bambini che agli adulti, perché tutti possono sognare e immedesimarsi in questo libro.
Buona Lettura!

Review Party: Alla ricerca del principe Dracula di Kerri Maniscalco #2

Buongiorno lettori,
oggi porto alla vostra attenzione la presentazione di un evento organizzato da me e dalla mia amica Yelena del blog La libreria di Yely. Prima di procedere alla recensione ringrazio la Mondadori per averci affidato il compito di organizzare l’evento di review party per “Alla ricerca del principe Dracula “di Kerri Maniscalco. Ringrazio le ragazze e i ragazzi che hanno partecipato con entusiasmo a questa nuova avventura che non finirà qui. Ringrazio la mia amica Yelena Zerulo che gestisce il blog La libreria di Yely per stare al mio fianco in ogni evento! Infatti ci ritroverete tutti insieme in nuovi eventi perché l’unione fa la forza e aver trovato tante persone così brave e preparate con una grande passione per la lettura mi riempie di gioia.

Titolo: Alla ricerca del principe Dracula 
Autore: Kerri Maniscalco
Formato : Copertina rigida /  Ebook
Editore: Mondadori
Serie: Saga
Sulle tracce di Jack lo Squartatore #1
Alla ricerca del principe Dracula #2
In fuga da Houdini #3
A caccia del diavolo #4
Dopo aver scoperto con orrore la vera identità di Jack lo Squartatore, Audrey Rose Wadsworth lascia la sua casa nella Londra vittoriana per iscriversi – unica donna – alla più prestigiosa accademia di Medicina legale d’Europa. Ma è davvero impossibile trovare pace nell’oscuro, inquietante castello rumeno che ospita la scuola, un tempo dimora del malvagio Vlad l’Impalatore, altrimenti noto come Principe Dracula. Strane morti si susseguono, tanto da far mormorare che il nobile assetato di sangue sia tornato dalla tomba. Così Audrey Rose e il suo arguto compagno, Thomas Cresswell, si trovano a dover decifrare gli enigmatici indizi che li porteranno all’oscuro assassino. Vivo o morto che sia.

La lettura di questo romanzo per me è stata intensa quanto quella del primo volume. Kerri Maniscalco con la sua scrittura, i suoi personaggi sono riusciti ancora una volta a conquistarmi e continua ad aggiudicarsi il posto di mia scrittrice preferita. 

Dalla trama apprendiamo che dopo aver scoperto la verà identità di Jack lo Squartatore, Audrey Rose Wadworth insieme al suo amico Thomas Cresswell partitanno per studiare nella prestigiosa accademia di Medicina legale d’Europa. Anche qui in questo inquietante castello rumeno che ospita la scuola un tempo dimora del malvagio Vlad l’impalatore, il principe Dracula … è impossibile trovare pace. Ci saranno strane morti e sembra quasi che il vampiro sia resuscitato. Così si apre un nuovo caso colmo di indizi e enigmi che i nostri giovani dovranno decifrare.
Questo secondo volume mi è piaciuto ancora di più, tanto che l’ho finito in un giorno per quanto sia riuscito a conquistarmi. Ho amato il folklore rumeno, con le sue leggende e ho amato vivere per un breve periodo dentro il famoso castello del principe Dracula. Credo che sia uno dei suoi libri più riusciti perché riesce a mescolare mistery e suspance in ogni pagina. Naturalmente saranno un po’ ammorbidile dalle battute di Thomas che in questo romanzo darà in meglio di sè con le sue equazioni mentali e i suoi infallibili piani. Lui che amo con tutto il cuore, in questo romanzo è riuscito a conquistarmi in ogni modo e sono innamorata alla follia di lui. Farà delle azioni un po’ strane, si comporta in modo misteriose e ci farà sbellicare dalle risate. Come si può non amare Thomas Cresswell?
Audrey Rose in questo romanzo l’ho trovata più cresciuta rispetto al romanzo precedente e amo il suo spiriro da eroina che con le sue stesse mani si mette sempre in difficoltà. Ehi, sembro proprio io! 
Lei si conferma insieme a Thomas anche in questo romanzo, una protagonista veramente intelligente, brava e forte, tanto da mettersi sempre in pericolo quasi rischiando l’espulsione pur di venire esclusa.
In questo libro poi scopriremo anche un altro tassello, la sorella di Thomas, Daciana, una piccola comparsa che riesce comunque a creare un po’ di brio alla coppia durante i casi.
 Ci sono tante altre cose che mi sono piaciute, ma sicuramente il punto di forza è l’ambientazione rumena, il castello che sembra quasi infestato da spiriti e la presenza forse di Vlad L’impalatore o meglio chi forse lo imita? Ci sono molte presenze femminili in questo libro, compresa anche una coppia e mi sono piaciute molto insieme. Il finale è stato sorprendente e ancora una volta non sono riuscita ad arrivare a capire chi fosse l’assassino diciamo che era quasi impossibile capirlo questa volta.
La scena della galleria dove c’erano i ragni mi ha fatto spaventare davvero tanto e mi ha veramente impressionata molto! 
Si, ho paura dei ragni!
Per il resto ho trovato molto comica la scena di Thomas all’obitorio, il pezzo dentro la galleria quando Thomas e Audrey che come sempre rischiano la vita. Ci sono anche le loro parti romantiche che riescono ad alleggerire la questione dai casi e dalle descrizioni sempre più dettagliate della medicina legale.
Per concludere non posso che consigliarvi anche questo volume non solo per l’immancabile fantasia della scrittrice e la sua mente brillante, ma anche per il folklore rumeno e per Thomas Cresswell. Credo che quest’ultimo punto sia molto rilevante.
Ora non vi resta che inziare a leggere il terzo volume!


  • Tempo impiegato: Un giorno
  • Voto: 10/10
  • Lettura: Scorrevole
  • Copertina: 10/10. La copertina è meravigliosa e rispecchia il libro. Infatti si percepisce già quanto saràmisterioso  e il poster interno riprende la stessa figura. Dire che è bellissima è vermante poco, vi basti pensare che la copertina rigida interna presenta dei dettagli sia all’interno che all’esterno. Le pagine sono colorare di un rosso spento e danno un senso di sangue a tutto il libro. Insomma il lavoro di grafica è straordinario.
  • Ambiente: 10/10. Le descrizioni riguardo all’ambiente sono talmente tante che che è impossibile non conoscere alla perfezione dove ci troviamo e che cosa accade intorno a noi. Impressionante è lo stile con cui  Kerri Maniscalco descrive ogni cosa e la rende reale. Oltre questo tutti i pensieri sono spiegati alla perfezione e non lasciano spazio a dubbi o incertezze, perché ogni cosa è spiegata nei minimi dettagli. Il riferimento storico e tutte le descrizioni riguardo l’autopsia sono talmente precise che sembra quasi lo si stia vivendo in prima persona.
  • Personaggi: 10/10. I personaggi sono tutti ben caratterizzati e abbiamo subito idea del loro carattere ma soprattutto dei loro pensieri.  Audrey e Thomas sono i miei personaggi preferiti, protagonisti della nostra storia che contianuano a dare un lancio positivo a questo romanzo più cupo del precedente. Daciana ricoprirà un ruolo fondamentale insieme a un altra ragazza e riesciranno tutti insieme a risolvere i misteri che governano il castello. 
  • Storia: 10/10. Una storia unica narrata in  un modo geniale che vi riempirà di mille domande e non riuscirete a metter a tacere il desiderio che vi divora di voler sapere sempre di più. Una storia che lascia senza fiato a causa dei tanti colpi di scena che Kerri Maniscalco con la sua maestria ci racconterà. Gli indizi, la storia d’amore, i misteri e i riferimenti storici non possono che aumentare sempre di più le mie opinioni ma soprattutto le aspettative riposte nei seguiti.
Ehi, non è finita qui!
Questo è il calendario dove troverai e potrai seguire le opinioni dei miei colleghi che hanno partecipato con me all’evento. Troverai tanti articoli interessanti per farti un idea chiara su come questo libro ci abbia stupiti. 
Che aspetti? Corri a leggerle! ❤

Buona Lettura!

Review Party: Il gatto che voleva salvare i libri di Sosuke Natsukawa

Buonasera lettori,
oggi porto alla vostra attenzione la recensione di ” Il gatto che voleva salvare i libri ” di Sosuke Natsukawa, un libro veramente molto interessante e sono felice di aver avuto occasione di leggere questo splendido volume. Ringrazio Nia del blog Cronache di Lettrici Accanite per aver organizzato l’evento e la Mondadori per aver fornito la copia.

Titolo: Il gatto che voleva salvare i libri
Autore: Sosuke Natsukawa
Editore: Mondadori

La libreria Natsuki è un luogo speciale: un negozio polveroso e solitario, dove gli amanti della lettura possono trovare, tra le pagine dei grandi capolavori di tutto il mondo, un’oasi di pace, un rifugio lontano dal frastuono della quotidianità. Quando il proprietario, uomo colto e appassionato, muore improvvisamente, il nipote Rintaro, un ragazzino timido e introverso, eredita la libreria. Il nonno si è preso cura di lui dopo la morte di sua madre e, ora che è scomparso, Rintaro deve imparare a fare a meno della sua saggezza dolce e pacata. La libreria è sull’orlo del fallimento: un’eredità pesante per il ragazzo, anche perché i segnali dal mondo sono piuttosto scoraggianti: poca gente è davvero interessata alla lettura.
Un giorno, mentre Rintaro si crogiola malinconico nel ricordo del nonno, entra in libreria un gatto parlante. Nonostante le iniziali perplessità del ragazzino, il gatto lo convince a partire per una missione molto speciale: salvare i libri dalla loro scomparsa. Inizia così la storia di un’amicizia magica: un’avventura che li porterà a percorrere quattro diversi labirinti per risolvere altrettante questioni esistenziali sull’importanza della lettura e sulla forza, infinita e imperscrutabile, dell’amore.
Una favola dei nostri tempi, un’ode straordinaria al potere del libro e dell’immaginazione.

Il gatto che voleva salvare i libri  è il secondo libro che leggo ambientato in Giappone, infatti se mi seguite sapete che ho letto anche le Cronache di un gatto viaggiatore. Quando nei libri ci sono i gatti e sono ambientati in Giappone sapete che per è la mia fine!

La lettura del libro è stata intensa per molti motivi e mi ha convolto talmente tanto da farmi emozionare in più punti.
Dalla trama apprendiamo che la libreria Natsuki è un luogo molto speciale dove gli amanti dei libri possono trovare grandi capolavori. Il proprietario, il nonno del nostro protagonista  che si è preso cura di lui dopo la morte della madre, muore improvvisamente e  suo nipote Rintarù eredita la libreria.
Purtroppo questa libreria è sull’orlo del fallimeno, e oltre al dolore per la morte del nonno, il nostro protagonista è molto scoraggiato anche perché poca gente è interessata alla lettura.
Un giorno, mentre Rintarù è disperato pensando a suo nonno, entra un gatto parlante che lo convince a partire per una missione: deve salvare i libri dalla scomparsa. Da questo momento inizia un amicizia e un avventura che lo porterà a percorrere diversi enigmi per risolvere questioni importanti che vanno dall’importanza della lettura fino all’amore.
Questo libro è un inno alla lettura, che ha un grande potere perché fa sognare e ci fa innamorare sempre di più dei libri.
Il libro si apre con la morte del nonno ed è veramente toccante e mi ha fatto piangere, forse perché anch’io purtroppo da poco ho perso una persona a me cara così all’improvviso. Infatti ho empatizzato tanto con il protagonista e ho capito come si sentiva. Purtroppo perdere qualcuno crea un grande vuoto dentro e Rintarù è triste e malinconico, tanto piatto che niente può renderlo felice. Eppure quando arriva questo gatto parlante, un bellissimo soriano di nome Tora, si inizia a intravedere una speranza per il protagonista così malinconico. Infatti questo gatto che ha bisogno di lui per salvare i libri, secondo me è una guida per il protagonista. Grazie a lui infatti riuscirà e al potere curativo della lettura, riuscirà a salvare se stesso. Questo romanzo è molto profondo e ho amato il gatto quando ha iniziato a ripetere diverse frasi dei libri più conosciuti. Tora è un gatto speciale che oltre a condurre il protagonista a una nuova vita e speranza è riuscito a coinvolgere anche chi legge questo libro.
Insieme ai due protegonisti riusciremo a immergerci dentro al mondo dei libri e conoscere anche altre persone, ad esempio incontrerete un uomo che legge cento libri al mese e li tiene sotto chiave una volta finiti!
Ciò che ho amato è stato anche quando il gatto si farà vedere non solo da Rintarù ma anche da un altra persona! Devo dire che mi ha fatto anche un po’ ridere come scena dato che in teoria il gatto poteva esser visto solo dal protagonista e invece poi va a finire che le “condizioni inaspettate” sono state un po’ sforate. Però, deve sicuramente esser entusiasmante vedere e parlare con un gatto così speciale che ama i libri! Inoltre miei cari lettori qui viene citata Jane Austen, Orgoglio e pregiudizio … e tantissimi altri libri che ho amato! Insomma ragazzi questo è un libro che tutti gli amanti dei libri dovrebbero leggere.
Il viaggio interiore che affronta il nostro protagonista, non solo comunica la sua passione per i libri e il suo amore per la lettura.
Per concludere questo romanzo fa riflettere e ci insegna che i libri salvano la vita delle persone sempre, specialmente in quelli brutti. Affrontando questo viaggio non possiamo far altro che pensare a quanto sia bello immedesimarsi nei personaggi, leggere le avvenuture che vengono descritti e sognare ad occhi aperti. Inoltre ci sono tanti buoni consigli e alcune parole giapponesi. Vediamo la crescita dei personaggi che incontriamo, i cambiamenti che ognuno di noi nel corso della vita ognuno di noi potrebbe affrontare e ci fa capire talmente tante altre cose importanti. L’amore in questo libro è una guida ben precisa e seppure forse sto pensando magari in modo troppo fantasioso, io penso che il gatto sia stato un angelo per aiutare il nostro protagonista a risollevarsi dal suo lutto.

  • Tempo impiegato: Un giorno 
  • Voto: 10/10
  • Lettura: Scorrevole
  • Copertina: 10/10.  Bellissima copertina che rispecchia molto il libro e la rende ancora più affascinante. L’amore per la lettura, quindi per i libri, è un chiaro segnale e poi è troppo carino Tora sulla finestra con il ramo del ciliegio.
  • Ambiente: 10/10. Le descrizioni riguardo all’ambiente sono talmente tante che che è impossibile non conoscere alla perfezione dove ci troviamo e che cosa accade intorno a noi. Impressionante è lo stile con cui  Sosuke Natsukaea descrive ogni cosa e la rende reale. Oltre questo tutti i pensieri sono spiegati alla perfezione e non lasciano spazio a dubbi o incertezze, perché ogni cosa è spiegata nei minimi dettagli. 
  • Personaggi: 10/10. I personaggi sono tutti ben caratterizzati e abbiamo subito idea del loro carattere e dei loro pensieri! Soya, Tora sono stati delle spalle forti che hanno aiutato il protagonista a riflettere e riprendersi da tutta la sua situazione.
  • Storia: 10/10. Una storia unica narrata in  un modo geniale che  non potrete far a meno di amare. Questo romanzo ricalca un po’ la fiaba, dove c’è il protagonista, l’aiutante e la guida, i labirinti che incontrerà saranno tutte delle prove che riuscirà a superare e cambierà il suo modo di vedere le cose. Dal buio riuscirà finalmente a trovare la luce! Amicizia, amore, libri, gatti e Giappone … insomma che vogliamo di più? Amo questo libro incondizionatamente. 
Buona lettura!

Review Party: Il fiore del vento di Mariarosaria Guarino e Annamaria Bosco

Buonasera lettori,
oggi porto alla vostra attenzione la recensione di ” il fiore del vento” di Mariarosaria Guarino e Annamaria Bosco, un libro veramente molto interessante e sono felice di aver avuto occasione di leggere questo splendido volume. Ringrazio il blog Sognare in punta di penna per aver organizzato l’evento e per aver fornito il file del libro.

Titolo: Il fiore del vento
Autore: Mariarosaria Guarino e Annamaria Bosco
Potete acquistarlo qui 

L’amore è una benedizione o una condanna?
Andrew e Selene vivono nello stesso regno, ma appartengono a due mondi diversi. Erede al trono lui, potente strega lei. Ma l’amore non fa distinzioni e non si preoccupa della provenienza o della diversità. Quello che provano l’uno per l’altra non si può soffocare. Il regno di Andrew, però, è in pericolo a causa di una profezia e di probabili venti di guerra. L’unica soluzione è sacrificare la sua felicità per il popolo. Il suo amore per la salvezza della donna che ama.
Ci vuole così poco a sprofondare nel baratro e Selene lo sa bene, visto che il suo corpo e il suo animo marciscono giorno dopo giorno a causa dell’amore trasformatosi in odio cocente e crudele. Un legame tra anime, tuttavia, non è facile da spezzare e i due giovani scopriranno che, per porre rimedio alle sofferenze provocate dai loro sacrifici, potrebbe essere necessario un sacrificio ancora più grande.
La lettura di questo libro è stata veramente molto bella e appassionante. La storia assume quasi un racconto dalle tinte fiabesche e mi sono entusiasmata per questa scelta, soprattutto per come viene gestita la storia d’amore. Ormai sapere sono un inguaribile romantica e leggere un libro fantasy romance per me è il massimo.
Talmente ho adorato questo libro che ho voluto aiutare le autrici e nonostante avessi il file da loro fornitomi le ho aiutate. Mi è piaciuto veramente tanto soprattutto il percorso e la costruzione dell’amore dei due personaggi. Un romanzo che riesce a dare speranza, buoni principi e tanto tanto amore.
Dalla trama capiamo immediatamente che i due protagonisti di questa storia sono Andrew e Selene, essi vivono nello stesso regno ma appartengono a due ambienti diversi. Lui è un principe, l’erede al trono, mentre lei è una strega. Quando arriva l’amore però non ci sono distinzioni e ci si arrende al sentimento, nessuno può dividere due persone che si amano. Eppure per il bene del regno devono sacrificare la loro felicità e salvare il regni di Andrew da questi venti di guerra all’orizzonte. Questa profezia apparentemente sembra dividerli ma il loro amore … forse riuscirà a essere più forte anche durante le difficoltà nonostante l’amore di Selene si sia trasformato in odio? Ciò che nutrono i due giovani sarà più forte di ogni cosa ma attenti … il sacrificio potrebbe richiedere un prezzo ancora più grande.
La storia è talmente tanto appassionante che non ho molte parole per definirlo: bello, coinvolgente, interessante, appassionante e romantico. Questo libro mi ha aiutato a superare il blocco del lettore ed è riuscito a incantarmi. Conosciamo i personaggi fra passato e presente, ma tutto ciò non riesce a distrarci o a confonderci, anzi riusciamo a capire meglio tutta la loro storia e a esplorare dentro alla magia che si nasconde in questo libro. 
Lo stile delle autrici inoltre è davvero ben strutturato e riescono a descrivere alla perfezione l’ambientee il carattere dei personaggi. Credo sia impressionante il fatto che non siano riuscite a lasciare nulla al caso e che venga tutto spiegato in modo impeccabile. Tutto ciò non lascia spazio a dubbi o incertezze e devo ammettere che non è stato prevedibile come credevo.
Una buona love story è quella che esigo in ogni libro e questa mi ha soddisfatto tantissimo, specialmente perché si vede la crescita dei personaggi e dei loro sentimenti. Sentimenti che nonostante gli anni, nonostante l’odio sono ancora lì. Personaggi caratterizzati in un modo talmente reale che pensavo fossero realmente esistiti. Insomma miei cari lettori, se siete arrivati fino a qui capirete il mio trasporto per Selene e Andrews, per la storia che hanno creato queste bravissime scrittrici e per la magia che si mescola in questo romanzo, sorprendendomi.
Consiglio questo libro a chi vuole assaporare una bella storia d’amore, lasciarsi cullare dalla magia fiabesca e sognare ad occhi aperti una storia incantevole. 
  • Tempo impiegato: Un giorno 
  • Voto: 10/10
  • Lettura: Scorrevole
  • Copertina: 10/10.  Bellissima copertina che rispecchia molto il libro e la rende ancora più affascinante. 
  • Ambiente: 10/10. Le descrizioni riguardo all’ambiente sono talmente tante che che è impossibile non conoscere alla perfezione dove ci troviamo e che cosa accade intorno a noi. Impressionante è lo stile con cui le autrici descrivono ogni cosa e la rendono reale. Oltre questo tutti i pensieri sono spiegati alla perfezione e non lasciano spazio a dubbi o incertezze, perché ogni cosa è spiegata nei minimi dettagli. 
  • Personaggi: 10/10. I personaggi sono tutti ben caratterizzati e abbiamo subito idea del loro carattere e dei loro pensieri!
  • Storia: 10/10. Una storia unica narrata in  un modo geniale che vi riempirà di mille domande e non riuscirete a metter a tacere il desiderio che vi divora di voler sapere sempre di più. Una storia che lascia senza fiato a causa dei tanti colpi di scena che le autrici con la loro maestria ci racconteranno. 
Buona lettura!

Blogtour: Le Cronache di Alaster: Drago

Le Cronache di Alaster: Drago – Blogtour

Cari lettori,

Buongiorno e benvenuti in un mondo fantastico fatto di fuoco, fiamme, amicizia, crescita, duelli, luoghi straordinari e magici e…DRAGHI!!!

Oggi, Lunedì 28 Settembre, inizierà un viaggio carico di avventura alla scoperta di Jordin, dove le Blogger partecipanti ci guideranno con entusiasmo per lande inesplorate, tortuosi labirinti, ed eventi epici, narrandoci i punti salienti di questo romanzo, che sicuramente ci stupiranno e faranno venir voglia di scoprire sempre di più di questo fantastico mondo.

L’evento ci terrà compagnia fino al 20 Novembre, e avrete tutto il tempo di innamorarvi di questa storia, di cui potete leggere tutte le tappe di seguito.

Quindi, non mi resta che augurarvi buona lettura, o meglio, buon viaggio! 😉

Tenetevi forte, questo magnifico e mastodontico evento sta per prendere il volo!!

Review Party: Midnight Sun di Stephenie Meyer

Buongiorno lettori,
oggi porto alla vostra attenzione la presentazione di un evento organizzato da Fazi editore di un libro che aspettavo da tanto: Midnight Sun di Stephenie Meyer. Ringrazio le ragazze e i ragazzi che hanno partecipato con entusiasmo a questa nuova avventura che non finirà qui. 
Dopo un’attesa lunga 10 anni Midnight Sun è finalmente arrivato! Stephenie Meyer fa un trionfante ritorno nel mondo di Twilight con questo attesissimo romanzo, in cui la storia d’amore tra Bella e Edward viene raccontata attraverso gli occhi del vampiro.
«I vampiri sono tornati. A 15 anni da “Twilight”, esce “Midnight Sun”, quinto atteso tassello della serie: la love story vissuta dalla prospettiva del vampiro» – Severino Colombo
Vedevo benissimo quanto sarebbe stato facile innamorarsi di lei. Esattamente come cadere: senza sforzo. Impedirmi di amarla era l’opposto, era arrampicarmi su uno strapiombo, una mano dopo l’altra, un’impresa estenuante, come se possedessi soltanto le forze limitate di un umano.
Quando Edward Cullen e Bella Swan si sono incontrati in Twilight, una storia d’amore destinata a diventare iconica ha avuto inizio. Ma finora questa storia è stata raccontata soltanto dal punto di vista di Bella. Finalmente, i lettori possono conoscere la versione di Edward in quest’attesissimo nuovo romanzo, Midnight Sun. Vissuta nei panni del bellissimo vampiro, questa storia assume una veste tutta nuova, decisamente più cupa. L’incontro con Bella è la cosa più spaventosa e più intrigante che gli sia mai successa nella sua lunga vita da vampiro. Mentre apprendiamo nuovi, affascinanti dettagli sul suo passato, capiamo perché questa sia la sfida più difficile della sua esistenza. Come può seguire il suo cuore, se ciò significa mettere Bella in pericolo? Con Midnight Sun Stephenie Meyer ci fa tornare in quel mondo che ha incantato milioni di lettori e ci regala un epico romanzo sui piaceri e sulle devastanti conseguenze dell’amore immortale.
«Io non dormo», mormorai, rispondendole in maniera più completa.
Lei rimase in silenzio per un istante.
«Mai?», domandò.
«Mai», bisbigliai.
Quando incontrai il suo sguardo penetrante vi lessi meraviglia e compassione e, all’improvviso, provai uno struggente desiderio di dormire.
Non per estraniarmi, come mi succedeva prima, non per sfuggire alla noia, ma perché volevo sognare. Forse, se avessi perso conoscenza, se fossi stato capace di sognare, avrei potuto vivere per qualche ora in un mondo dove per me e lei fosse possibile stare insieme.
Lei mi sognava. Anch’io volevo sognarla.
Bella mi guardò, piena di stupore.
Dovetti distogliere lo sguardo.
Io non potevo sognarla.
Lei non avrebbe dovuto sognarmi.

Ho aspettato così tanto di leggere Midnight Sun che non so descrivervi la mia emozione in questo momento, di sicuro posso dire che sono felice di poter leggere finalmente il punto di vista di Edward, ora posso dire che ho avuto una visione completa della storia di Twilight. Ho atteso così tanto di leggere nuovamente la storia di Edward e ho trovato dannatamente bello che a raccontarlo fosse il nostro amato vampiro.
Credo che ormai tutti conoscete la storia di Bella Swan e Edward Cullen, la storia d’amore che è riuscita a incantarmi ancora una volta. Una storia indimenticabile che dopo tutti questi anni ha continuato ad appassionarmi, tanto che presto inizierò a leggermi ancora una volta tutta la serie di Twilight.
Leggere il punto di vista di Edward è stato strano e veramente interessante, è riuscito ad emozionarmi ancora di più e ho capito tutti i suoi pensieri. Ciò che accade fra lui e Bella secondo me, attraverso i suoi occhi ha tutto un nuovo senso e notiamo quanto sia tormentato il suo personaggio, quanto ama Bella. Conosciamo anche altri personaggi di cui leggeremo nei libri della serie, scopriamo altre cose che in alcune parti di Twilight erano state vaghe.
Lo stile della Meyer si è rivelato molto scorrevole in tutta la durata della storia e mi ha fatto desiderare di leggere anche New Moon sotto il punto di vista di Edward, sono proprio curiosa di sapere come saranno i suoi pensieri. 
Oltre la relazione fra Edward e Bella, approffondiamo il legame fra Edward e la sua famiglia, in particolare con Alice che grazie alle sue visioni ci farà scoprire che cosa succederà e come un singolo passo può modificare il futuro. Continuo a pensare che il potere di Edward sia il migliore!
L’amore di Edward è così bello e struggente per Bella, che fa veramente emozionare e sognare ad occhi aperti. 
Credevo che leggere la stessa storia fosse noioso e stancante, invece non è stato così, dato che ci sono talmente tanti particolari che sembra quasi come se la stessimo leggendo per la prima volta e il bisogno incontrollabile di rileggere la saga si fa sempre più forte. 
Se siete indecisi, vi consiglio di acquistarlo perché nonostante tutti questi anni non riuscirà a deludervi, anzi sarà una scoperta continua.
  • Tempo impiegato: Tre giorni
  • Voto: 10/10
  • Lettura: Scorrevole
  • Copertina: 10/10.  Bellissima copertina che rispecchia molto il libro e la rende ancora più affascinante. Questa è un edizione favolosa.
  • Ambiente: 10/10. Le descrizioni riguardo all’ambiente sono talmente tante che che è impossibile non conoscere alla perfezione dove ci troviamo e che cosa accade intorno a noi. Impressionante è lo stile con cui la Meyer descrive ogni cosa e la rende reale. Oltre questo tutti i pensieri sono spiegati alla perfezione e non lasciano spazio a dubbi o incertezze, perché ogni cosa è spiegata nei minimi dettagli. 
  • Personaggi: 10/10. I personaggi sono tutti ben caratterizzati e abbiamo subito idea del loro carattere ma soprattutto dei loro pensieri. Edward rimane il mio personaggio preferito, non solo per il suo essere tormentato ma anche per il suo carattere.
  • Storia: 10/10. Una storia unica narrata in  un modo geniale che vi riempirà di mille domande e non riuscirete a metter a tacere il desiderio che vi divora di voler sapere sempre di più. Una storia che lascia senza fiato a causa dei tanti colpi di scena che Stephenie Meyer con la sua maestria ci racconterà. La storia di Edward e Bella riuscirà a conquistarvi ancora una volta proprio come ha conquistato me!
Ehi, non è finita qui!
Questo è il calendario dove troverai e potrai seguire le opinioni dei miei colleghi che hanno partecipato con me all’evento. Troverai tanti articoli interessanti per farti un idea chiara su come questo libro ci abbia stupiti. 
Che aspetti? Corri a leggerle! ❤
Buona lettura!

Review Party: Il giorno dopo il lieto fine di Alice Chimera

Buonasera lettori,
oggi porto alla vostra attenzione la recensione di ” il giorno dopo il lieto fine” di Alice Chimera, un libro veramente molto interessante e sono felice di aver avuto occasione di leggere questo splendido volume. Ringrazio l’autrice Alice Chimera del blog i libri della chimera per aver organizzato l’evento e  per aver fornito il file del libro.

Titolo: Il giorno dopo il lieto
Autore: Alice Chimera
Editore: Segreti in giallo edizioni
Nessun lieto fine. Detto così suona assai traumatico. Ma se le favole non fossero proprio come ce le raccontano quando siamo bambini? Cosa accadde realmente subito dopo il classico “happy end”? Ce lo racconta Alice Chimera. Partendo dal noto finale disneyano, scopriremo cosa la sorte ha riservato alle varie protagoniste. Le mele diverranno una persecuzione per Biancaneve; Cenerentola si troverà sposata a un principe che la considera un giocattolo sessuale; Ariel non è diventata davvero umana e non potrà avere figli; Jasmine rimpiangerà la libertà perduta; Alice, che avrebbe voluto crescere e diventare donna, si ritroverà a rimpiangere il Paese delle Meraviglie e la spensieratezza dell’infanzia…
Mi sono innamorata della trama di questo libro immediatamente, tanto che non avevo alcun dubbio: sapevo perfettamente che questo libro mi sarebbe piaciuto. Ha tante qualità che vanno dallo stile delicato della scrittrice e dalla descrizione dei personaggi. Ogni storia che ci viene proposta è una rivisitazione del finale da fiaba la nostra autrice ha dato una svolta piuttosto dark alla storia che mi ha piuttosto sorpresa.

Le storie che vengono racchiuse in questo libro partono proprio da ” il giorno dopo il lieto fine” della Disney, incontrerete infatti tanti personaggi che avete conosciuto grazie alla Disney e scoprirete che il vero finale non è proprio un lieto fine. Mi è piaciuto tanto leggere questo romanzo originale e dalle tinte horror, nonostante io amo il lieto fine in ogni romanzo e lo pretendo. Ammetto che forse tra le tante storie che ci vengono narrate tra cui quella di Biancaneve, Belle, Alice, Ariel, Jasmine, quella di Cenerentola è quella che mi ha colpita di più e mi ha reso anche un po’ triste per la sorte a lei toccata. Per carità anche le altre non hanno avuto una sorte migliore.

In alcune pagine mi sono anche messa a piangere, talmente queste storie mi hanno commosso e non vi svelerò assolutamente nulla della loro storia. Voglio che sia una sorpresa per tutti e di sicuro lo sarà. Credo sia un libro che tutti gli amanti della Disney dovrebbero leggere, visto che non ci sono poi così tanti retelling scritti bene, naturalmente non aspettatevi di trovare il lieto fine perché qui non lo troverete proprio.
In ogni caso resta un libro bello, pieno di sentimenti e messaggi importanti, fa rifflettere ed è scorrevole tanto che si finisce in fretta. Inoltre in ogni storia l’autrice inserisce una morale e ho trovato geniale questa sua idea.
Questa lettura riesce a sconvolgere e nella sua “crudeltà” riesce anche ad appassionare, tanto che non volevo più lasciare il libro per nessun motivo: volevo sapere come tutte le storie sarebbero evolute. Sarebbe carino se questo libro sia il primo di una serie anche perché ci sono talmente tanti cartoni animati Disney che potrebbero esser trattati e sono davvero curiosa. Inoltre la scrittura di Alice Chimera è indimenticabile quindi se sei ancora qui e stai leggendo la mia recensione, corri e immergiti in questa lettura così bella quanto cupa che ti regalerà tante emozioni.
  • Tempo impiegato: Un giorno 
  • Voto: 10/10
  • Lettura: Scorrevole
  • Copertina: 10/10.  Bellissima copertina che rispecchia molto il libro e la rende ancora più affascinante. 
  • Ambiente: 10/10. Le descrizioni riguardo all’ambiente sono talmente tante che che è impossibile non conoscere alla perfezione dove ci troviamo e che cosa accade intorno a noi. Impressionante è lo stile con cui le autrici descrivono ogni cosa e la rendono reale. Oltre questo tutti i pensieri sono spiegati alla perfezione e non lasciano spazio a dubbi o incertezze, perché ogni cosa è spiegata nei minimi dettagli. 
  • Personaggi: 10/10. I personaggi sono tutti ben caratterizzati e abbiamo subito idea del loro carattere e dei loro pensieri!
  • Storia: 10/10. Tante storie uniche, narrate in modo geniale che vi faranno riflettere, nella loro crudezza. L’assenza di lieto fine non è una nota brutta ma da un approccio realistico e attuale. Le storie  raccontate,vi lasceranno senza fiato grazie alla maestria di Alice Chimera. Questo libro è imperdibile!
Buona lettura!


Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito